INNOVAZIONI


 

Le  innovazioni  sono   tutti   gli  interventi, cui  manca, di  norma,  il  ca- rattere  della necessità  e   quindi  dipendono per  la  loro attuazione,  essenzial- mente  dalla  volontà dei  condomini,

diretti al miglioramento o all'uso più comodo o al maggior rendimento delle cose comuni. Sono vietate le innovazioni che possano recare pregiudizio alla stabilità o alla sicurezza del fabbricato, che ne alterino il decoro architettoni- co o che rendano talune parti comuni dell'edificio inservibili all'uso o al go- dimento anche di un solo condomino (art.1120 c.c.).

o che comportino una spesa molto gravosa o abbiano carattere voluttuario rispetto alle particolari condizioni dell'edificio e consistano in opere, impianti e manufatti suscettibili di utilizzazione separata

Le innovazioni  adottabili quindi risultano essere di due tipi:

- quelle   per   le  quali  è   necessaria   la   maggioranza   qualificata  ( 2/3 del valore  dell'edificio  e  la  metà  più  uno dei partecipanti al condominio) e la  cui spesa  è  da  ripartirsi a carico di tutti i condomini (art.1120 c.c.);

- quelle adottate con l'esonero dei dissenzienti dalla spesa, cui è permessa la  partecipazione successiva ai vantaggi dell'opera previo il pagamento della contri- buzione  relativa (installazione impianto ascensore).

ATTENZIONE

La Legge 20/03/01 (relativa a  ....gli impianti radiotelevisivi), al punto 13 dell'ar- ticolo 2 bis stabilisce testualmente che al fine di favorire lo sviluppo e la diffu- sione delle nuove tecnologie di radiodiffusione da satellite, le opere di instal- lazione di nuovi impianti sono innovazioni necessarie ai sensi dell'art. 1120, primo comma, del codice civile. Per l'approvazione delle relative deliberazio- ni si applica l'articolo 1136 terzo comma, dello stesso codice.

Quindi l'installazione di nuovi impianti radiotelevisivi può essere deliberata con un numero di voti che rappresenti il terzo dei partecipanti al condomi- nio e almeno un terzo del valore dell'edificio non essendo più efficace il di- sposto dal 2° comma dell'art.1121 c.c. circa l'assunzione in pieno della spe- sa da parte dei soli condomini che li avessero deliberati.